Il dialetto, la bellezza delle origini. Ricordare Giuseppe Angiuli

Dieci testimonianze su vita e opere del poeta valenzanese Giuseppe Angiulli

Cos'è

Dieci testimonianze su vita e opere del poeta valenzanese Giuseppe Angiulli, legate agli aspetti della sua vita che scandiscono l'evento in quattro momenti diversi: il legame con la poesia, il paese e le sue tradizioni; il rapporto con la madre terra e la cultura; la relazione con la gente, la sua professione, l'impegno politico; l'interazione con la fede e la famiglia.

Ciascun dei quattro momenti sarà intervallato da intermezzi musicali su note popolari e canzoni scritte dallo stesso Angiuli.

Le testimonianze:

  1. Lino Angiuli, poeta e scrittore, conosciuto anche oltre confine, dalla cultura raffinata innervata dal sostrato matriciale del suo dialetto, che è il nostro.
  2. Lino Di Turi, autore e uomo di teatro, cultore delle tradizioni locali.
  3. Nicola Guerra, uomo di teatro e cultore delle tradizioni locali.
  4. Rocco Zenzola, chimico, erborista, coltivatore.
  5. Vincenzo Bellacosa, cultore di storia locale cofondatore del Centro Ricerche Valenzano.
  6. Fernando Stella, scrittore, pittore, operatore culturale.
  7. Antonio De Matteis, collega d'ufficio e suo collaboratore.
  8. Francesco Maurantonio, ex sindaco, di cui Angiuli è stato mentore
  9. padre Marcellino Chiechi, francescano per diversi anni membro della comunità di Santa Maria di San Luca.
  10. Giuseppe Angiuli, nipote del poeta.

Ad ogni testimonianza segue la lettura di una poesia in vernacolo sul tema tratta dalle sue pubblicazioni.

L'evento è introdotto dai saluti istituzionali del sindaco di Valenzano e del presidente della Pro Loco Valenzano.

A chi è rivolto

Amanti delle tradizioni locali

Luogo

Comune di Valenzano

Largo Marconi n.58

Ulteriori dettagli

Ultimo aggiornamento: 17/01/2024, 17:51